CIRCOLARE n. 7.2019

Oggetto: Dichiarazioni d’intento – Le novità dal 1° gennaio 2020

A seguito dell’entrata in vigore del Decreto Crescita, a decorrere dal 01/01/2020, sono state introdotte importanti novità relativamente alle Dichiarazioni di Intento e precisamente:

per gli ESPORTATORI ABITUALI:
abrogazione dell’obbligo di consegnare al fornitore, ovvero alla Dogana, la dichiarazione di intento e la ricevuta di presentazione rilasciata dall’Agenzia delle Entrate; la consegna della dichiarazione da parte dell’esportatore rimarrà comunque opportuna perché sul fornitore permane l’onere di verificare l’avvenuta presentazione all’Agenzia delle Entrate della dichiarazione d’intento;

per il FORNITORE :
– obbligo di indicare, sulla fattura emessa, il protocollo di ricezione della dichiarazione;
– soppressione dell’obbligo di numerare progressivamente le dichiarazioni di intento ricevute, di annotarle in un registro e conservarle e di indicarle nella dichiarazione annuale Iva.

Il trattamento sanzionatorio è stato inasprito prevedendo sanzioni in misura proporzionale; chi effettua operazioni senza addebito d’imposta, in mancanza della dichiarazione d’intento, è punito con la sanzione amministrativa dal 100% al 200% dell’imposta, fermo restando l’obbligo del pagamento del tributo.

Lo Studio rimane a disposizione per fornire ogni chiarimento necessario.

CIRCOLARE n. 7.2019